Come Cambiare il proprio look per cambiare vita

Come Cambiare il proprio look per cambiare vita

Hai bisogno di un cambio look ma non sai da dove partire?

Come cambiare look partendo dai tuoi vestiti, anche se non sei un’esperta di moda.

Certe volte nella vita, arriva un momento in cui sentiamo l’esigenza di cambiare look. Di guardare allo specchio e vedere riflessa un’immagine diversa, nuova.
Possono esserci molte motivazioni dietro il nascere di questa esigenza.

Forse hai voglia di fare progressi sul lavoro, o forse sei in una fase di transizione in cui il tuo look non ti sembra più adeguato alla tua età. O magari stai uscendo da una relazione importante, o da un matrimonio finito e hai bisogno di respirare aria nuova!

Qualcosa di istintivo ci porta a sapere che se il nostro obiettivo è cambiare in meglio la nostra vita, in qualche modo la nostra immagine gioca in questo cambiamento, un ruolo fondamentale!
Parlo di qualcosa di istintivo proprio perché il desiderio di cambiare look nasce spontaneo!
Tutte in fondo sappiamo che la nostra immagine, il nostro look, è qualcosa che in certe circostanze della vita, può darci una forte spinta verso il miglioramento!

 

Usa i tuoi vestiti per cambiare look

 

Ma non sempre è facile sapere cosa fare per ottenere davvero il risultato sperato:
sentirsi una persona nuova!

Una delle prime cose che ti saranno venute in mente nel tentativo di cambiare il tuo look probabilmente è il taglio di capelli.
Un passaggio quasi obbligato per ogni cambiamento che si rispetti!
Però forse ti è anche capitato di vedere quel cambiamento appena uscita dal salone del parrucchiere, e sentirlo svanire ogni giorno di più. Per tornare alla fine a sentirti quella di sempre.

Questo succede perchè cambiare taglio di capelli significa intervenire attivamente solo su una parte della tua immagine.
Una parte importantissima, certo, perchè è il tuo viso a cambiare.
E sicuramente questo può essere un lato fondamentale nella tua ricerca di un cambio look.
Ma deve essere accompagnato da qualcos’altro!

Quello che devi sapere infatti è che la tua immagine è così importante nell’andamento della tua vita, perchè su di essa si basano le valutazioni e l’idea che gli altri si fanno di te.

Soprattutto se parliamo di valutazioni sulla base di un primo impatto. Classico esempio:
un colloquio di lavoro.
Durante un colloquio di lavoro, ti trovi di fronte a una o più persone, che nel giro di qualche decina di minuti, hanno il compito di valutare le tue capacità e le tue attitudini.
Per farlo, ricavano certamente informazioni dal tuo curriculum e dalle tue risposte alle loro domande.
Ma il resto lo ricavano (per certi aspetti addirittura inconsciamente!!) da altri canali:
cioè la tua comunicazione non verbale.

Come cambiare look per rendere efficace la tua comunicazione non verbale.

Una parte enorme della tua comunicazione non verbale è costituita dalla tua immagine. Siamo abituati a pensare che per comunicazione non verbale si intenda la postura, il posizionamento degli arti, lo sguardo.
Questi sono senz’altro segnali comunicativi che vengono colti dal nostro interlocutore.
Ma un’altra delle cose da tenere in grande considerazione è essere consapevoli di quello che i nostri abiti dicono di noi!
Abbiamo parlato diverse volte di come un abito può comunicare qualcosa di noi.
Che questa comunicazione sia intenzionale o no, non importa. La persona con cui interagiamo, in ogni caso, carpirà inconsciamente delle informazioni provenienti dall’abito che indossi.
Sapere questo, in certe situazioni può darti un grande vantaggio competitivo.
Anche perchè l’abito che indossi influenza anche la percezione che hai di te stessa!

Cambio look attraverso abiti

Quello che devi fare è applicare questi concetti al tuo guardaroba. Studiare i tuoi abiti in funzione di quello che vuoi ottenere da questa sorta di messaggi telepatici che invii attraverso i capi che indossi.
Ma devi fare attenzione, perchè la trappola è dietro l’angolo!

Il tuo cambio di Look deve rispettare te stessa.

Un cambiamento troppo radicale del tuo look, può diventare un problema.
Se infatti una modifica, anche drastica, del look può portarti sicuramente dei vantaggi, devi fare attenzione a non snaturare te stessa.

Lo scopo del tuo cambio di look, non deve essere quello di scegliere una maschera.

Non devi creare un personaggio.

Devi trovare il modo di scegliere un abito che dica qualcosa di te senza farti sentire a disagio.
Se sei alle prese con una metamorfosi del tuo look, forse ti sarà capitato di commettere qualche errore nell’acquisto dei tuoi abiti.
Magari hai pensato:

Voglio essere più sexy.

E hai finito con lo scegliere un abito che non hai mai messo, perchè una volta tornata a casa l’hai indossato e ti sei accorta che proprio non faceva per te.
Che quel particolare tipo di sensualità non aveva corrispondenza col tuo carattere.
Se sei fortunata, o molto consapevole, probabilmente questa dissonanza la scopri al sicuro, nella tua stanza, prima di rovinare una serata o un evento importante.
Ma in alcuni sfortunati casi, davanti allo specchio ti sembra un look accettabile, sostenibile.
Poi una volta uscita di casa, il disagio ti assale e inizi a maledire quell’abito così ingombrante e scomodo.
Questo succede perchè è estremamente difficile cercare l’individualità nei meandri della produzione di massa di abiti.

Trovare il proprio stile nel mare dell’omologazione.

È molto semplice comprendere che nella produzione industriale di abiti, sia necessario un certo grado di omologazione.
Ovviamente una produzione industriale deve ottimizzare i tempi e i costi di produzione.
Questo non significa solo andare a produrre in paesi con manodopera a basso costo.
L’ottimizzazione dei profitti parte dalla progettazione. Ogni collezione, ogni modello, è pensato per vestire più donne possibile.
Sia al livello di struttura che di estetica, gli abiti industriali sono progettati per adeguarsi a un gran numero di donne.
Diventa complicato cercare di esprimere te stessa, di trovare il tuo stile, attraverso l’idea di donna, così generica, proposta da un marchio di abiti industriali.
Quell’ideale immaginario non sei tu.
Magari c’è un dettaglio che odi, magari è il colore, la lunghezza, la forma.
Se questo ti succede spesso, trovare abiti nei negozi, può diventare un incubo a occhi aperti.
E portarti a scegliere un abito che diventa un ostacolo anche se non te ne accorgi.
Ricorda sempre che un abito che ti mette a disagio non sta svolgendo il suo dovere.

Non fare l’errore di non valorizzarti per paura di sbagliare.

L’altra faccia della medaglia rispetto all’abito sbagliato, è l’abito anonimo.
A volte può capitare che, dopo aver provato la terribile esperienza di affrontare un evento importante con un vestito decisamente sbagliato, si abbia la tentazione di rifugiarsi in abiti eccessivamente neutri.
Abiti anonimi, molto più casual del dress code richiesto dall’evento, o molto più sobri di quanto avresti voluto o potuto.
Questo è un approccio sicuramente più rassicurante.
Dovendo scegliere tra i due mali, abito particolare ma sbagliato per te o abito neutro ma eccessivamente anonimo, questo è probabilmente il minore.
La conseguenza è infatti solo quella di non sfruttare tutto il tuo potenziale al massimo.
Forse con un abito diverso, avresti potuto comunicare in modo più efficace quelle che sono le tue doti e la tua personalità.

Presta attenzione a non commettere questo errore.
Perchè dovresti precluderti un reale vantaggio nella vita, per paura di trovarti a disagio?

Se proprio non sai da dove partire, puoi contattare Madamina:
avrai a disposizione tre Modelliste/Sarte pronte a indirizzarti nella scelta di un Abito che ti rispecchi davvero, perchè progettato solo ed esclusivamente per te!

 

 

E tu come stai vivendo la ricerca del tuo nuovo look? Compri continuamente abiti che poi non riesci ad indossare o ti rifugi in capi eccessivamente neutri, che finiscono col mortificare la tua immagine? Faccelo sapere in un commento!

Lascia un commento

Chiudi il menu